" L'unico modo per liberarsi da una tentazione è concedersi ad essa"

(Oscar Wilde)

mercoledì 10 giugno 2009

pipe ricotta e basilico



La pasta del pranzo in solitaria. Preparata al volo tra un impegno di lavoro e l'altro, e mangiata stando in piedi con l'occhio fisso alle lancette. Niente calma, niente poesia.

Per 1 persona
70gr-80gr di pipe rigate (o altra pasta corta)
2 cucchiai di ricotta
1 cucchiaio di parmigiano grattuggiato
10 foglie di basilico
1 cucchiaino di olio evo
1 pizzico di sale

Lessare al dente la pasta in abbondante acqua salata. Nel frattempo nel mixer mettere le foglie di basilico lavate e asciugate, la ricotta, il parmigiano, un cucchiaino di olio e un pizzico di sale. Allungare la salsa con 2 cucchiaini dell'acqua di cottura della pasta e frullare il tutto. Scolare le pipe, condire e gustare (eventualmente con un'altra spolverata di parmigiano).



2 commenti:

Ruby ha detto...

Adoro la ricotta. E spesso faccio dei sughetti simili per la pasta, con altri ingredienti al posto del basilico. Questo però deve essere davvero fresco e profumato!
Gnam!
E pensare che c'è gente che non mangia la pasta perchè fa ingrassare! Certo, occorre equilibrio ma come in tutte le cose. Rinunciare alla pasta? MAI!
Un bacio e buon venerdi :)

dolceamara ha detto...

Sarà anche niente poesia e calma ma questa dev'essere davvero buona!!!
Baci Lisa